Header

diamondtattoo.it

Il sito che stai visitando ora.

LOGHI X 16

INKGROUP.it

Corporate aziendale del gruppo.

Ho deciso di comiciare nel 2008, quando già con alcuni tatuaggi addosso, quello che era al tempo il mio coinquilino durante un periodo di studi in Spagna mi spinse a comprare un kit per provare a tatuare.
Questo kit non arrivò mai ma cominciò a prendere piede in me l’idea di provarci davvero.

Dopo aver comprato la mia prima attrezzatura ho provato su qualche amico stretto a fare cose piccole, semplici e nascoste.
L’anno successivo, dopo aver fatto un pò di prove, riesco a trovare un posto da apprendista al Black Pirate di Riccione dove rimango un anno e mezzo a preparare postazioni, pulire, aiutare la segreteria, gestire il magazzino e soprattutto “rubare” i segreti e le tecniche agli artisti che passavano di lì.
Problemi personali mi costringono ad abbandonare quel posto così torno in Abruzzo a mettere in pratica quello che avevo imparato e trovo qualche mese dopo una postazione fissa dove lavorare regolarmente nell’allora Fashion Tattoo di Pesaro.
Questo posso definirlo il mio trampolino di lancio, qui ho passato 3 anni a fare pratica che mi hanno fatto crescere in modo esponenziale fino a quando ho deciso di prendere la mia strada..
Dal 2014 vivo il mio mestiere on the road.

Il mio stile cerca di essere un traditional tendente alla prima metà del 900, le influenze artistiche derivano proprio dalle reference provenienti da quel periodo storico, siano esse americane o europee.
La mia tecnica prevede una linea corposa e solida, nero sempre presente e mai diluito, pochi colori stesi a dovere, una ricerca della semplicità e della leggibilità che duri nel tempo; insomma i principi del traditional.

Partendo dal presupposto che continuo ad imparare ogni giorno in ogni ospitata da ogni collega, quelli che posso considerare miei maestri sono diversi.
Primo su tutti Davide Rajola aka Buddatattoo, anche lui come me on the road, ma devo citare anche altri che mi hanno dato molto, come Tania Magi e Andrea Capucci del Black Pirate di Riccione, Mauro Scaramuzza (Mukkia) del Diamond Tattoo di Pesaro, Francesco Barbini del Bonnie Tattoo di Perugia, Stizzo del Best of Times di Milano, Lorenzo Cappellano dell’Arkadia di Firenze, Stefano Molea dell’Ink’n’Blood di Forlì, e tutti quelli che incontro durante il mio cammino, con i quali ci si confronta ogni giorno.
Ognuno mi lascia sempre qualcosa. Ed è questo che mi spinge a continuare i miei tour di studio in studio.